Avvocato Cavalea > Articoli  > Utilizzo di un prestanome per fare concorrenza sleale.

Utilizzo di un prestanome per fare concorrenza sleale.

Utilizzo di un prestanome per fare concorrenza sleale.

L’utilizzo di un prestanome non è di ostacolo per accertare atti di concorrenza sleale o la violazione del divieto di concorrenza.

L’amministratore (e socio) di una società in nome collettivo non può senza il consenso degli altri soci:

  • esercitare per conto proprio o altrui una attività concorrente con quella della società e neppure
  • partecipare come socio illimitatamente responsabile ad altra società concorrente (anche tramite prestanome).

In queste due ipotesi l’amministratore:

  • può essere escluso dalla società e 
  • quest’ultima può richiedere il risarcimento dei danni.

Quindi nel caso di inadempimento dell’amministratore per esempio:

  • alle obbligazioni che derivano dall’art. 2301 del cod. civ. o
  • ad altre obbligazioni che derivano contrattualmente per essersi egli impegnato con contratto

potrà essere “cacciato” dalla società che amministra ed essere condannato a risarcire i danni.

Tuttavia il danno liquidabile alla società presuppone sempre che sia stata fornita in positivo da chi agisce in giudizio:

  1. la prova dell’esistenza di un pregiudizio e
  2. che sia in rapporto di stretta consequenzialità causale con le condotte inadempienti o illecite dal medesimo poste in essere.

Quindi nel caso di violazione del divieto di concorrenza previsto dall’art. 2301 c.c. sarà necessario provare:

  • i fatti costitutivi della violazione dell’amministratore (cioè ciò che in concreto abbia fatto ed in particolare, per esempio, il suo legame con il prestanome e le direttive che il prestanome riceve da lui) ed
  • il quantum (cioè l’ammontare) della richiesta di risarcimento del danno. In quest’ultimo caso, se risulta veramente difficile determinare l’ammontare complessivo, questo può essere determinato dal giudice in via equitativa.

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi può trarne beneficio. Grazie.