Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > Un imprenditore può vedere gli estremi di una pratica edilizia e di una licenza di un concorrente.

Un imprenditore può vedere gli estremi di una pratica edilizia e di una licenza di un concorrente.

Il titolare di un bar ha un interesse diretto, attuale e concreto di accedere agli atti di un Comune per prendere visione della pratica edilizia e commerciale di una attività concorrente (bar).

L’amministrazione del Comune rigettava la sua istanza perché: a) alcuna attività in concorrenza a quella dell’istante sarebbe stata aperta nelle immediate vicinanze e b) quindi alcuna concorrenza neppure indiretta risultava in atto.

L’imprenditore però ricorreva al TAR Puglia Sezione II di Lecce (sentenza del 30-10-2014 n.2933 – n.reg.ric. 1439/2014) che gli dava – correttamente – ragione perché:

1)entrambe le attività si trovano nello stesso Comune di Taviano,

2)esercitano attività del medesimo genere (bar), ed

3)il ricorrente “vanta una situazione giuridicamente rilevante riconducibile al diritto di iniziativa economica, nel suo contenuto negativo, le cui facoltà di proiettano nell’interesse a non subire iniziative concorrenziali illegittime”.

All’esito del processo avanti il TAR il Comune è stato quindi obbligato ad esibire i documenti oggetto della richiesta al ricorrente nonché a permettergli di estrarne copia. Il Comune è stato anche condannato al pagamento delle spese di lite.

Condividi: