Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Stornare clienti è concorrenza sleale.

Stornare clienti è concorrenza sleale.

Stornare clienti è concorrenza sleale.

Stornare clienti ed in particolare in gran numero, è sicuramente un atto di concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598 n.3 del cod. civ.

Infatti a Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di Appello di Firenze che aveva condannato un agente assicurativo per aver compiuto atti di concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598 n. 3 cod. civ. nei confronti della propria mandante (Axa Assicurazioni).
Nella specie l’agente assicurativo aveva:

  • stornato circa 830 clienti e 
  • li aveva indotti ad inviare la disdetta alla propria mandante di polizze assicurative.

Egli successivamente aveva fatto transitare i clienti ad altra compagnia di assicurazioni, di cui il medesimo aveva assunto le funzioni di agente generale.
L’agente è stato altresì condannato al risarcimento dei danni quantificati in euro 250.000,00.
Segnalo soltanto che il ricorso in Cassazione dell’agente assicurativo è stato dichiarato inammissibile. In pratica il suo ricorso non è stato analizzato nel merito per errori  procedurali che aveva compiuto il suo avvocato  all’atto di ricorso in Cassazione.

(Corte di Cassazione, sezione lavoro, sentenza n. 14099 pubblicata il 20-06-2014, presidente P. Stile).

Condividi: