Avvocato Cavalea > Sentenze  > Sequestro – file – server aziendale

Sequestro – file – server aziendale

Mentre il Giudice dell’impugnazione cautelare deve accertare l’esistenza della relazione di immediatezza ai sensi dell’art. 253, 2° comma cod. proc. pen. tra le cose sequestrate e l’illecito penale.
In base a tali principi di diritto la Cassazione ha annullato l’ordinanza del Tribunale del Riesame che aveva rigettato l’istanza di riesame del sequestro probatorio che aveva ad oggetto: supporti informatici, file, documenti, oggetti vari di provenienza e l’intero contenuto del server aziendale di una società.

Cass. sez. III pen. sent. del 18-11-2008, n. 12107