Avvocato Cavalea > Sentenze  > Secondary meaning – il numero di vendite del bene non è sufficiente a dimostrarlo

Secondary meaning – il numero di vendite del bene non è sufficiente a dimostrarlo

Per eccepire il secondary meaning di un marchio non è sufficiente dimostrare:

-il costo affrontato per pubblicizzare il marchio stesso, ed

-il numero delle vendite dei prodotti medesimi.

E’ invece necessario provare che il marchio venga percepito, da parte del consumatore di riferimento, come dotato di un’ulteriore e nuovo significato.

Il consumatore deve poter ricollegare immediatamente il marchio a quei determinati prodotti.

Non c’è alcun immediato automatismo fra diffusione del marchio privo di capacità distintiva, investimenti pubblicitari ed acquisizione del secondary meaning.

(Caso relativo al marchio Vedobene per contraddistinguere occhiali da vista).

(Tribunale di Torino, sez. specializzata in materia di proprietà industriale ed intellettuale, ord. del 17-08-2011, Pres. Scotti)