Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Quando assumere dipendenti altrui non è concorrenza sleale.

Quando assumere dipendenti altrui non è concorrenza sleale.

Quando assumere dipendenti altrui non è concorrenza sleale?

Assumere dipendenti altrui tramite un inserto pubblicitario non è concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598 n.3 cod. civ.

Non è concorrenza sleale effettuare una campagna di recruiting al fine di assumere collaboratori e dipendenti di altre imprese concorrenti tramite un inserto pubblicitario.
Inoltre affinchè si possa configurare la concorrenza sleale per storno di dipendenti ai sensi dell’art. 2598 n. 3 c.c. posto in essere da una società in danno di un’altra concorrente è necessario che il personale stornato sia di una particolare qualificazione professionale.
Nel caso di specie la Corte di Cassazione ha escluso lo storno dei dipendenti anche sulla base della circostanza che l’assunzione era avvenuta:

  • in base ad un inserto pubblicitario e quindi
  • in modo pubblico e trasparente.

(Corte di Cassazione, sezione 6 civile, sentenza n.2439 del 20-02-2012 presidente D. Plenteda)

Condividi: