Avvocato Cavalea > Sentenze  > Pubblicità – privacy – mail – violazione – risarcimento danni

Pubblicità – privacy – mail – violazione – risarcimento danni

Non possono essere inviati messaggi pubblicitari (per esempio via mail) e comunicazioni promozionali in base all’art. 130 del D. lvo n. 196/2003 senza il consenso dell’interessato.

Tuttavia tale pronuncia del Tribunale di primo grado di Milano ritiene che alcune mails non autorizzate non legittimano la richiesta di risarcimento danni in quanto il giudice non ravvisa una lesione apprezzabile del diritto violato.

L’offesa patita dall’invio di alcune mails pubblicitarie (e nonostante la richiesta di evitare di continuare ad inviarle) non supera quella soglia minima di tollerabilità richiesta a tutti i membri della società dal dovere di solidarietà ai sensi dell’art. 2 della Costituzione.

Il danno patito si configura solo come un semplice disagio o fastidio. (si veda anche, sul punto, la sentenza delle Sezioni Unite civili n. 26972/2008)

(Tribunale di Milano, sezione I civile, sentenza del 02-01-2012)