Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > Prezzi eccessivamente alti e le discriminazioni di prezzo come condotte di abuso di posizione dominante.

Prezzi eccessivamente alti e le discriminazioni di prezzo come condotte di abuso di posizione dominante.

Nella prassi si riscontrano altre ipotesi in cui il comportamento dell’impresa in posizione dominante sul mercato possa essere considerato abusivo.

Tuttavia tali condotte non sono di per sè abusive, ma vanno valutate avuto riguardo anche: a)allo specifico contesto del mercato, e 2)alla concorrenza. Tali pratiche sono:

  1. l’applicazione di prezzi eccessivamente alti ovverosia di prezzi non parametrati ai costidi produzione sostenuti e sproporzionati avuto riguardo al valore economico del bene fornito.
    In questa ipotesi, per considerare la pratica abusiva, è necessario che: a) il mercato del bene venduto sia già estremamente concentrato e b) il mercato presenti barriere all’accesso di nuovi operatori,
  2. l’applicare prezzi diversi ai clienti per i medesimi prodotti quando il trattamento differenziato non è oggettivamente giustificato dal punto di vista economico (è la disparità di trattamento).

Infatti una differenziazione dei prezzi di vendita potrebbe essere giustificata nel caso in cui i beni vengano offerti su mercati che presentino diverse caratteristiche e peculiari situazioni concorrenziali.