Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Patto di non concorrenza e sua durata.

Patto di non concorrenza e sua durata.

Patto di non concorrenza e sua durata.

Il patto di non concorrenza dovrebbe avere una durata massima di anni 5, ma non è sempre così.

Infatti il Tribunale di Roma si è pronunciato su un patto di non concorrenza ancorato ad un contratto di associazione in partecipazione nel quale non era prevista la durata del patto di non concorrenza.

La parte interessata riteneva che il patto durasse al massimo per 5 anni ai sensi dell’art. 2596 c.c.

Ora l’art. 2596 del cod. civ. stabilisce che la durata del patto non può eccedere la durata di 5 anni. Mentre nel caso in cui la durata del patto:

  • a) non è stabilita o
  • b) è stabilita per un periodo superiore a 5 anni

il patto è valido per la durata di un quinquennio.

Tuttavia secondo il Tribunale di Roma, in difetto di una espressa indicazione del termine di durata del patto di non concorrenza accedente ad un contratto di associazione in partecipazione, non dovrebbe farsi applicazione del disposto del secondo comma dell’art. 2596 c.c.

Quindi non si applica il temine di durata quinquennale.

Al contrario, in assenza di specifiche indicazioni, la durata del patto di non concorrenza deve ritenersi puramente e semplicemente ancorata a quella del rapporto di associazione in partecipazione.

(Tribunale di Roma, sezione 3 civile, sentenza n.1654, pubblicata il 30.01.2017, giudice C. Buonocore).

 

Condividi: