Avvocato Cavalea > Normative  > Antitrust  > Nuova legge sulla concorrenza 2017 per auto e polizze.

Nuova legge sulla concorrenza 2017 per auto e polizze.

Nuova legge sulla concorrenza 2017 per auto e polizze.

La nuova legge sulla concorrenza 2017 è stata approvata dal Senato per il settore automobilistico e le polizze auto. Ecco le principali novità.

  • Assicurazioni, tacito rinnovo escluso per l’auto

Le polizze sui rischi accessori non si rinnovano tacitamente (se sottoscritte insieme all’Rc Auto), ma si risolvono automaticamente alla loro scadenza.

Resta invece il “tacito rinnovo” per le polizze danni diverse da quelle dell’automobile.

  • Sconti obbligatori sulle polizze auto. 

Il provvedimento introduce poi un nuovo meccanismo che prevede uno sconto obbligatorio, determinato dall’Ivass, in presenza di almeno una delle condizioni previste:

  • a) l’installazione di una scatola nera (black box),
  • b) il via libera all’ispezione del veicolo o
  • c) la collocazione di un dispositivo che impedisce alla persona di accendere il motore se ha bevuto troppo.
    Tariffe più basse anche per gli automobilisti ‘virtuosi’ che risiedono nelle aree a più alta sinistrosità e con prezzi medi maggiori.

I criteri per applicare gli sconti saranno indicati dall’Ivass a cui spetta anche la verifica. Nel caso di mancato sconto sono previste sanzioni amministrative per le assicurazioni.

  • Carrozzieri indipendenti.

E’ prevista la facoltà di ottenere l’integrale risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato, avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia (carrozzieri). Viene quindi ribadita la libertà di scelta dell’automobilista danneggiato.

  • Risarcimenti e testimoni.

Per risarcire i danni non patrimoniali da incidenti, si userà la tabella del Tribunale di Milano. Non ci si affiderà alle varie tabelle stabilite dai singoli Tribunali. 

Per arginare truffe e testimoni che spuntano dal nulla, l’identificazione di eventuali testi sul luogo dell’incidente dovrà risultare fin dalla denuncia dell’incidente.

L’ammissione di testimoni in un momento successivo sarà ammessa solo in caso di comprovata impossibilità di identificazione immediata.

Il giudice potrà anche escludere eventuali testimoni qualora risultassero presenti in più di tre sinistri negli ultimi cinque anni.

  • Controlli elettronici sulle strade.

Se omologati per farlo, le telecamere (gli autovelox ed i Tutor) potranno verificare automaticamente (cioè senza agenti delle forze dell’ordine) che le auto abbiano la rca. Tuttavia ad oggi non sono omologate a farlo.  Questa disposizione norma necessita di decreti successivi.

  • Car pooling, Uber e Ncc. 

Entro un anno dall’entrata in vigore del d.d.l. il governo è delegato ad adottare un decreto legislativo per la revisione della disciplina in materia di autoservizi pubblici non di linea, come Uber ed Ncc.

Devono quindi essere disciplinate ad hoc le nuove forme di mobilità che si svolgono grazie ad applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche.