Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > Nozione di mercato rilevante per il diritto della concorrenza

Nozione di mercato rilevante per il diritto della concorrenza

Lo scopo del Trattato CE è  quello di garantire la libera circolazione dei beni e dei servizi all’interno del territorio comunitario.

Ciò può avvenire solo garantendo la libertà di concorrenza nel mercato comunitario.

La normativa antitrust si applica a quelle condotte che influenzino:

a)il mercato comunitario nel suo complesso oppure

b)una parte sostanziale di esso.

Sono invece irrilevanti per la normativa antitrust:

1)la nazionalità delle imprese coinvolte che può essere diversa come per esempio americana, giapponese o australiane,

2)accordi o comportamenti anticoncorrenziali che hanno effetti al di fuori del mercato europeo anche se realizzati da imprese comunitarie, salvo il caso in cui degli effetti cd. riflessi si possano generare per il mercato comunitario.

Il concetto di mercato rilevante si applica a tutte le ipotesi di violazione di norme antitrust.

Per avere una definizione maggiormente precisa di mercato rilevante si deve fare riferimento sia:

a)al mercato rilevante del prodotto: quanto ha ad oggetto prodotti identici, affini o valutati dai consumatori come intercambiali in base alla loro natura, prezzo, impiego e caratteristiche (definizione fornita dalla stessa Commissione – Comunicazione della Commissione CE 97/C 372/03) che

b)al mercato geografico rilevante: che è costituito dal territorio interno, come sopra indicato, della Comunità nel quale l’accordo produce i suoi effetti.

Può essere tutta la Comunità, oppure alcuni stati o addirittura una parte o porzione di un solo Stato se in questa porzione vi sia una domanda ed un’offerta e una concorrenza suscettibile di essere alterata (cosi la nostra giurisprudenza amministrativa TAR e Consiglio di Stato).

Condividi: