Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Notizie sui vertici aziendali e sulla situazione economica della società concorrente.

Notizie sui vertici aziendali e sulla situazione economica della società concorrente.

La diffusione di notizie sui vertici aziendali e sulla situazione economica del concorrente al fine di accaparrarsi i dipendenti viola i principi di correttezza commerciale.

Per individuare l’animus nocendi di un imprenditore, consistente nella volontà di appropriarsi:

  • attraverso un gruppo di dipendenti,
  • del metodo di lavoro e dell’ambito operativo del concorrente,

è sufficiente il perseguimento del risultato di ottenere un vantaggio competitivo a danno di quest’ultimo. Tale perseguimento del risultato viene attuato mediante una strategia volta:

  1. ad acquisire uno staff costituito da soggetti pratici del medesimo sistema di lavoro ed
  2. a svuotare l’organizzazione concorrente di specifiche risorse operative. 

L’imprenditore scorretto mira infatti a sottrarre:

  • il modus operandi dei dipendenti del competitor,
  • le conoscenze burocratiche
  • le conoscenze di mercato da essi acquisite, nonchè
  • l’immagine in sè di operatori di un certo settore.

Si vedano anche: Corte di Cassazione, sezione 1 civile, sentenza del 04-09-2013 n. 20228 e Corte di Cassazione, sentenza n. 9386 del 08-06-2012.
Non è necessario che la società danneggiata provi un’attività di convincimento specificamente finalizzata ad indurre al trasferimento il proprio personale.
Sono infatti sufficienti le modalità di attuazione della condotta anticoncorrenziale che è avvenuta mediante la diffusione di apprezzamenti negativi in ordine:

  • 1)alla situazione economica dell’azienda concorrente ed
  • 2)all’affidabilità dei suoi dirigenti.

Tale diffusione di apprezzamenti negativi è indubbiamente destinata a svolgere una funzione persuasiva nei confronti dei destinatari e cioè dei dipendenti.

(Corte di Cassazione, sezione 1 civile, sentenza n. 6274 del 31-03-2016, presidente A. Ceccherini).

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi ritieni possa trarne beneficio. Grazie.

Condividi: