Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Norme di diritto pubblico e concorrenza sleale.

Norme di diritto pubblico e concorrenza sleale.

Norme di diritto pubblico e concorrenza sleale.

Violare norme di diritto pubblico vuol dire compiere atti di concorrenza sleale se tali atti implicano un vantaggio concorrenziale per chi li compie.

La violazione di norme di diritto pubblico implica una violazione della correttezza professionale di cui all’art. 2598 n.3 c.c. Per la Corte di Cassazione la violazione di norme pubblicistiche è sufficiente ad integrare la fattispecie illecita quando essa, di per se stessa

  • anche senza un comportamento di mercato,
  • abbia prodotto il vantaggio concorrenziale che non si sarebbe avuto se la norma fosse stata osservata  (si veda: Corte di Cassazione, sezione I civile, sentenza n. 8012 del 27.04.2004).

(Tribunale di Torino, sezione I civile, sezione specializzata in materia impresa, sentenza n. 5493 pubblicata il 15.11.2017, rel. E. Di Capua)

Condividi: