Avvocato Cavalea > Sentenze  > Marchio d’insieme – registrabilità

Marchio d’insieme – registrabilità

Il marchio d’insieme si differenzia dal marchio complesso.

Si ha marchio d’insieme se il segno è composto di più elementi ognuno dei quali, in sè considerato, non ha capacità distintiva.

Tuttavia il marchio d’insieme può però essere registrato validamente se la combinazione di tutti i suoi componenti lo rende "separabile" dai prodotti cui è apposto.

Mentre non vi è alcuna tutela delle singole componenti del marchio su cui il registrante non ha alcun diritto di privativa.

Due comuni parole  (come nel caso del marchio Vedobene per contraddistinguere occhiali da lettura) sono semplicemente indicative della funzione del prodotto e quindi non registrabili ai sensi dell’art. 13 lett. a) e b) cod. propr. indus.

Esse, anche se unite: a) non hanno alcuna particolare capacità distintiva, e b) non creano una parola nuova ovvero di fantasia. Il significato letterale delle due parole unite o separate è lo stesso.

(Tribunale di Torino, sezione specializzata in materia di proprietà industriale ed intellettuale, ord. del 17-08-2011, Pres. Scotti)