Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > Le ispezioni in azienda.

Le ispezioni in azienda.

Le ispezioni in azienda.

Le ispezioni in azienda sono normalmente molto invasive ed implicano un notevole sforzo per l’impresa.
L’ispezione viene disposta nel caso di violazione di:

  • a) una norma in materia di antitrust, o
  • b) una norma in tema di tutela dei consumatori nel caso in cui l’ispezione sia disposta dall’AGCM.

Le ispezioni in azienda da parte dell’Antitrust devono essere precedute dalla comunicazione di avvio di un procedimento amministrativo a carico della singola impresa e di tutte quelle coinvolte.
Tuttavia, spesso, vi è la comunicazione formale contestuale:

  • sia dell’avvio del procedimento amministrativo
  • che dell’ispezione stessa disposta.

Le ispezioni della Commissione Europea possono essere svolte anche prima della comunicazione dell’avvio del procedimento amministrativo.
Le ispezioni in azienda dell’Antitrust:

  • sono sempre obbligatorie per l’impresa nazionale o estera con sede o ubicazione nel territorio dello Stato italiano.

Le ispezioni della Commissione Europea possono invece essere:

  • a) volontarie o b) obbligatorie.

A quelle volontarie l’impresa puo’ opporsi. Tuttavia se accetta l’ispezione è soggetta agli stessi obblighi formali di una ispezione obbligatoria.
L’ispezione volontaria è disposta ai sensi degli articoli 20.2 e 20.4 del Regolamento n. 1/2003.
Alle ispezioni obbligatorie, che sono la maggior parte dei casi, l’impresa non puo’ opporsi, altrimenti i funzionari dell’Antitrust possono richiedere l’ausilio dei militari della Guardia di finanza (ed in particolare del nucleo speciale di tutela dei mercati) che procedono anche direttamente.

I funzionari dell’Antitrust hanno gli stessi poteri dei funzionari della Commissione Europea.