Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > La qualità personale delle parti: i soggetti della concorrrenza

La qualità personale delle parti: i soggetti della concorrrenza

Il requisito necessario affinché si configuri il rapporto di concorrenza è che sia il soggetto attivo (colui che compie l’atto di concorrenza) che quello passivo (chi subisce l’atto di concorrenza) rivestano la qualità di imprenditori ai sensi dell’art. 2082 c.c.

Quindi ai sensi dell’art. 2082 è imprenditore “chi esercita professionalmente una attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi.

In realtà l’interpretazione che nella prassi avviene della nozione di imprenditore è molto estesa, ricomprendendovi anche :

-gli imprenditori non proprietari ovverosia gli affittuari d’azienda, o anche gli imprenditori senza azienda,

-l’imprenditore agricolo,

-l’imprenditore che sia concessionario di un servizio pubblico

-la pubblica amministrazione quando svolge un’attività di impresa in regime di concorrenza e gli enti pubblici territoriali quando esercitino attività imprenditoriale,

-gli enti pubblici non economici limitatamente all’attività di impresa che svolgono,

-gli enti fieristici ed i concessionari di pubblici servizi,

-le attività occasionali anche non professionali,

-chi esercita un’impresa regolare (con licenza amministrativa) o irregolare in quanto senza licenza purchè eserciti effettivamente attività di impresa,

-chi esercita un’impresa illecita,

-un complesso di musica leggera,

-chi stia organizzando una’impresa anche se non abbia già iniziato la propria attività e quindi sia ancora in fase di espansione od organizzazione

Condividi: