Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > La presunzione di concorrenza sleale.

La presunzione di concorrenza sleale.

La presunzione di concorrenza sleale.

E’ vero che l’art. 2600, 3° comma del cod. civ.  implica una presunzione di colpa, ma l’attore in concorrenza sleale deve prima provare una condotta materiale del convenuto riconducibile a talune delle ipotesi  di cui all’art. 2598 del cod. civ.

La presunzione di colpa opera sul presupposto che siano accertati gli atti di concorrenza sleale ma non vale a modificare il normale onere della prova.

Quindi prima dovete provare le condotte materiali della concorrenza sleale.

(Corte di Cassazione, sezione 1, sentenza n. 9013 pubblicata il 11.04.2018, rel. A. Valitutti).

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi ne possa trarre beneficio. Grazie.

Se hai domande, non esitare a contattarmi 00393389703108 – 00352621469821 – email: avvcavalea@gmail.com

Condividi: