Avvocato Cavalea > Altro  > La cancellazione di DOP e IGP – casi – cenni di procedura

La cancellazione di DOP e IGP – casi – cenni di procedura

Normalmente per le DOP e le IGP, successivamente alla loro registrazione, è difficile contestarne la validità.

L’unica possibilità che si ha per contestare la DOP e la IGP è il mancato rispetto delle condizioni previste dal disciplinare. In sostanza ciò che deve essere sempre garantito è il sistema dei controlli. Altrimenti la Commissione può intervenire e disporre la cancellazione della DOP o dell’IGP.

A tal fine ogni persona fisica o giuridica che abbia un interesse legittimo è legittimata a chiedere la cancellazione se viene meno, per un periodo non limitato, il sistema dei controlli predisposto per verificare che gli operatori rispettino il disciplinare.

Anche la Commissione potrebbe attivarsi d’ufficio per la cancellazione.

Colui che intende richiedere la cancellazione deve presentare apposita domanda (su formulari predisposti dal Reg. CE 14-12-2006, n. 1898) indicando i motivi a fondamento della propria richiesta.

La domanda deve essere presentata all’Autorità Nazionale designata.

Il terzo interessato (il produttore di DOP e IGP) potrà fare opposizione.

(Normativa di riferimento: art. 12 Reg. CE 20-03-2006, n.510; REg. CE 14-12-2006, n. 1898)

Condividi: