Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > Imprese pubbliche e concorrenza.

Imprese pubbliche e concorrenza.

Imprese pubbliche e concorrenza.

Anche le imprese pubbliche devono rispettare le norme sulla concorrenza interna e comunitaria.

Gli Stati membri ai sensi dell’art. 106 TFUE non possono emanare nè mantenere (se in vigore) nei confronti:

  • 1-delle imprese pubbliche e
  • 2-delle imprese a cui riconoscono diritti speciali o esclusivi,

alcuna misura contraria alle norme dei trattati, specialmente a quelle contemplate dagli articoli 18 e dal 101 al 109 inclusi (sulla concorrenza).
Anche le imprese:

  • incaricate della gestione di servizi di interesse economico generale o
  • avente carattere di monopolio fiscale

sono sottoposte alle norme dei trattati e, in particolare, alle regole di concorrenza, nei limiti in cui l’applicazione di tali norme non osti all’adempimento, in linea di diritto e di fatto, della specifica missione loro affidata. Infatti lo sviluppo degli scambi commerciali non deve essere compromesso in misura contraria agli interessi dell’Unione.
La Commissione:

  • a)vigila sull’applicazione delle disposizioni dell’art. 106 TFUE e
  • b)puo’ rivolgere agli Stati membri, ove occorra, opportune direttive o decisioni.

Mentre gli Stati membri non possono far uso dei propri poteri:

  • per favorire determinate imprese (e nella specie proprio quelle pubbliche) o
  • utilizzarle come strumenti per eludere la disciplina in materia di concorrenza

obbligandole ad assumere comportamenti che  sarebbero in contrasto con le norme sulla concorrenza.

Condividi: