Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > Illecito antitrust e gruppi societari.

Illecito antitrust e gruppi societari.

Nel caso di gruppi societari nell’ipotesi che un illecito antitrust sia stato commesso da una società controllata, puo’ essere chiamata a risponderne anche la società controllante.

La società controllante è ritenuta responsabile anche se non ha partecipato all’ideazione o all’attuazione della violazione.
A tale conclusione è giunta la giurisprudenza comunitaria secondo il principio in forza del quale nel caso di gruppi societari vi è una “stessa unitè economica” e le imprese formano “un’unica impresa” ai fini del diritto della concorrenza.
Infatti i legami giuridici, organizzativi ed economico-finanziari fra le società (nella specie fra controllante e controllata) giustificano una influenza dominante della controllante in base alla quale la società controllata non possa decidere di fare altrimenti. Quest’ultima deve pertanto attenersi alle direttive ed alle istruzioni della controllante.

E’ però sempre fatta salva la prova contraria (particolarmente difficile però?) in base alla quale la società controllante puo’ provare che la controllata è dotata di propria autonoma unicità non solo economica ma anche legale.
Mentre le conseguenze dell’imputazione dell’illecito antitrust in capo alla società controllante sono le seguenti:

  1. l’illecito viene imputato ad entrambe le società ovverosia sia alla controllante che alla controllata,
  2. entrambe le società sono solidalmente obbligate al pagamento di una sanzione,
  3. il limite massimo della sanzione, pari al 10% del fatturato annuo, viene calcolato sul fatturato della società controllante (presumibilmente molto più alto di quello della controllata).