Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > gli aiuti di Stato e gli aiuti compatibili con il mercato interno.

gli aiuti di Stato e gli aiuti compatibili con il mercato interno.

Gli articoli relativi agli aiuti di Stato, con l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona (il 01-12-2009) sono gli articoli: 107 108 e 109 del TFUE.

Singoli Stati possono intervenire a livello economico a favore di imprese nazionali. Tuttavia  in questo modo singoli Stati possono provocare delle distorsioni al buon funzionamento del mercato interno.

Infatti tali aiuti possono potenzialmente incidere in modo artificiale sulle condizioni degli scambi ed:

a)alterare la concorrenza favorendo alcune imprese a danno di altre appartenenti ad uno Stato membro, o

b)falsare o minacciare di falsare la concorrenza.

Per aiuto si intende qualsiasi vantaggio economico o economicamente apprezzabile che viene concesso attraverso un intervento pubblico:

1)ad una determinata impresa (per esempio bancaria o delle telecomunicazioni o energetica)

2)ad una determinata produzione

Il beneficio può consistere sia in una prestazione diretta da parte dello Stato che da un alleggerimento degli oneri che normalmente gravano sul bilancio dell’azienda.

Il 2° paragrafo dell’art. 107 del TFUE disciplina alcuni aiuti che possono essere concessi dagli Stati senza che alterino il mercato interno. Questi aiuti cd. de iure compatibili sono:

1)gli aiuti a carattere sociale concessi ai singoli consumatori, a condizione che siano accordati senza discriminazioni determinate dall’origine dei prodotti,

2)gli aiuti destinati ad ovviare  ai danni arrecati dalle calamità naturali oppure da altri eventi eccezionali,

3)gli aiuti concessi all’economia di determinate regioni della Repubblica federale di Germania che risentono della divisione della Germania, nella misura in cui sono necessari a compensare gli svantaggi economici provocati da tale divisione.

Condividi: