Avvocato Cavalea > Altro  > Foto – immagine altrui – pubblicazione

Foto – immagine altrui – pubblicazione

Una fotografia di un mendicante, di una prostituta, di un questuante, di un rom per essere pubblicata è necessario che se ne oscuri il volto. Cioè la persona non deve essere riconoscibile dall’opinione pubblica.

La persona in disagio sociale non deve sentirsi ferita dalla pubblicazione della propria immagine.

Ciò perchè le esigenze della cronaca non possono prevalere sul rispetto delle persone e della dignità umana. I diritti umani vengono prima delle fotografie e del diritto di cronaca altrimenti il giornalista, il direttore responsabile ed il redattore potrebbero subire una condanna per diffamazione.

(Cassazione penale sentenza n. 3721 del 2012)

(Riferimenti normativi: articolo 595 c.p. e art. 10 cod. civ.)