Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > Ex dipendenti – sottrazione di segreti aziendali (know-how) – elenco clienti e fornitori

Ex dipendenti – sottrazione di segreti aziendali (know-how) – elenco clienti e fornitori

Se un dipendente custodisce in un archivio speciale particolari dati di carattere commerciale (elenco clienti e fornitori) e successivamente utilizzi tali dati per costituire una propria attività imprenditoriale commette un illecito concorrenziale.

I dati aziendali, per il semplice fatto della loro custodia particolare, costituiscono di per sè informazioni riservate alla disponibilità dell’imprenditore e dei propri collaboratori.

Il know-how di una azienda è il patrimonio di conoscenze e pratiche di uso non comune anche se non brevettate che derivano da esperienze e prove portate a termine da un imprenditore. E la diffusione del know-how aziendale configura una ipotesi di concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598, n.3 cod. civ.

(Corte di Cassazione, sezione I, sentenza del 18-05-2012, n. 7927)

La giurisprudenza sull’utilizzo delle informazioni riservate da parte di ex dipendenti è divisa: per alcune sentenze le informazioni relative alla clientela

1) sono per loro natura riservate in quanto non destinate ad essere divulgate al di fuori dell’azienda, mentre per altre

2) sono lecitamente e liberamente utilizzabili dall’ex dipendente sia nell’esercizio di una propria attività imprenditoriale autonoma sian nell’interesse del nuovo datore di lavoro.

 

Condividi: