Avvocato Cavalea > Altro  > Editoria

Editoria

  1. i contributi dovrebbero andare alle nuove iniziative imprenditoriali e solo dopo una attenta verifica dei requisiti di accesso,
  2. la norma che fa scattare le sovvenzioni al superamento del 5° anno di attività,
  3. i parametri di quantificazione devono valutare non la tiratura ma la vendita effettiva,
  4. va cambiato anche il contributo indiretto relativo alle tariffe postali agevolate per le spedizioni agli abbonati di beni e servizi editoriali,
  5. anche altri soggetti, a parte le Poste Italiane dovrebbero essere abilitati ad applicare tariffe ridotte,
  6. cambiare il regime dei piani comunali e le autorizzazioni per le aperture dei nuovi punti vendita,
  7. puntare maggiormente sui contenuti editoriali applicando criteri più obbiettivi.

In sintesi questi sono i punti che il dott. Catricalà ha indicato al Governo ed al Parlamento per adeguare il nostro diritto interno al diritto comunitario e per garantire una maggior concorrenza fra gli operatori del settore.