Avvocato Cavalea > Altro  > E’ proprio necessaria la forma scritta del contratto di sponsorizzazione?

E’ proprio necessaria la forma scritta del contratto di sponsorizzazione?

Il contratto di sponsorizzazione è un contratto sono specificamente disciplinato dalla legge. Vi è un soggetto cd. sponsorizzato (sponsee) che si obbliga a consentire ad altri (sponsor) l’uso della propria immagine pubblica ed il proprio nome per promuovere il marchio di un prodotto specificamente marcato dietro corrispettivo.

Il contratto concluso fra sponsor e sponsee non ha particolari prescrizioni di forma. Non è necessario l’intervento notarile e non è prevista la forma scritta cd. "sostanziale": cioè a pena di nullità. Tale contratto non è soggetto neppure alla forma scritta ad probationem: cioè ai soli fini della prova del medesimo.

Quindi potrebbe essere, anche in linea teorica, verbale.

Infatti nel nostro ordinamento c’è il principio di libertà della forma. Quindi sponsor e sponsee sono liberi di adottare la forma che ritengono più opportuna.

Ovviamente sono fatti salvi i casi in cui le parti (o eventualmente le associazioni o i gruppi a cui appartengono) stabiliscano una forma particolare. In alcuni casi è la legge stessa che impone la forma scritta di un atto affinchè sia valido. Normalmente i contratti di sponsorizzazione sono redatti in forma scritta.

Condividi: