Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Divulgazione di mail riservate e concorrenza sleale.

Divulgazione di mail riservate e concorrenza sleale.

Divulgazione di mail riservate e concorrenza sleale.

La divulgazione di mail riservate da parte di un dipendente gli può far perdere il posto di lavoro. Mentre il suo datore di lavoro può essere anche condannato per concorrenza sleale.

Un dipendente della società Arco Spedizioni s.p.a. divulgava presso i clienti (n.84 nel caso di specie) della società concorrente Artoni Trasporti s.p.a. il contenuto di una mail, interna e strettamente confidenziale inviatagli dal direttore commerciale della Arco spedizioni s.p.a.

Nella mail vi erano indicate:

  • la strategia commerciale di incremento della clientela ed
  • altre comunicazioni interne riservate ed obiettivamente idonee a ledere l’immagine commerciale della ditta concorrente.

L’iniziativa, intenzionale, arbitraria e non autorizzata del dipendente era:

  1. contraria alle regole della correttezza commerciale e
  2. pregiudizievole dell’immagine del datore di lavoro Arco Spedizioni s.p.a.

Il dipendente ha posto in essere atti di concorrenza sleale non autorizzati, dei quali la società datrice di lavoro (la Arco Spedizioni s.p.a.) era stata poi chiamata a rispondere civilmente nei confronti della Artoni Trasporti spa.

(In pratica la Artoni ha fatto causa alla Arco, vincendo. E la Arco, di conseguenza, ha licenziato il proprio dipendente  scorrettoed infedele).

Per la Corte di Cassazione il dipendente è stato licenziato correttamente per giusta causa in ragione:

  • della ampia divulgazione presso la clientela della impresa concorrente di notizie e valutazioni riservate apprese per ragioni di servizio al fine di sviarne illegittimamente la clientela.

A tal fine la Corte ha correttamente valorizzato:

  1. sia la gravità dell’inadempimento
  2. che la responsabilità risarcitoria derivatane in capo al datore di lavoro.

(Corte di Cassazione, sezione lavoro, sentenza n.13922 pubblicata il 05.06.2017, presidente G. Amoroso).