Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Divieto di concorrenza per il socio uscente.

Divieto di concorrenza per il socio uscente.

Divieto di concorrenza per il socio uscente da una società di capitali.

La disciplina delle società di capitali non prevede, a differenza che la normativa relativa alle società in nome collettivo ai sensi dell’art. 2301 c.c. un generale divieto di concorrenza per il socio uscente.

Nel caso affrontato dal Tribunale di Bologna non era neppure previsto un divieto di concorrenza  previsto nello statuto sociale o nell’atto di cessione della quota.

Quindi una delibera societaria che consentisse al socio uscente di effettuare concorrenza non sarebbe di per se invalida.

Il socio uscente può quindi fare concorrenza (leale) alla propria ex-società, ma dovrà comunque rispettare le regole disposte dall’art. 2598 c.c. (per esempio non potrà violare i principi della correttezza professionale) altrimenti potrà comunque essere citato a titolo di concorrenza sleale.

(Tribunale di Bologna, sezione specializzata in materia di impresa, sentenza nel proc. civ. n. 104/2017 pubblicata il 18.01.2019, giud. rel. A.M.Rossi).

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi ne possa trarre beneficio. Grazie.

Se hai domande, non esitare a contattarmi 00393389703108 – 00352621469821 – email: avvcavalea@gmail.com

Condividi: