Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Distributore esclusivo e concorrenza sleale.

Distributore esclusivo e concorrenza sleale.

Distributore esclusivo e concorrenza sleale.

Presentarsi come distributore esclusivo di un bene e non esserlo è concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598 c.c.

Infatti non ci si può presentare al pubblico dei consumatori (nel caso di specie durante una fiera) come:

  • distributore o rivenditore esclusivo
  • di una determinata marca di prodotti e di un marchio
  • in una particolare zona

senza un preventivo accordo che legittima la condotta.
Altrimenti si commette attività concorrenziale illegittima ai sensi dell’art. 2598 cod. civ.
Più nello specifico non possono essere utilizzate neppure brochure informative per pubblicizzare come ‘propri’ prodotti altrui ed utilizzare anche il marchio la cui titolarità appartiene ad altri.
Vieppiù che nel caso affrontato dalla Corte di Appello di Brescia non solo non era stato neppure stato stipulato un pre-accordo (come nella prassi commerciale anche avviene) o un accordo di collaborazione o di distribuzione, ma l’accordo se fosse stato raggiunto avrebbe comunque previsto la qualifica di distributore autorizzato.
La Corte di Brescia nello specifico non ha indicato in modo preciso se la condotta scorretta della società concorrente fosse riconducibile alla fattispecie della concorrenza sleale prevista nel num. 1 o nel num. 3 dell’art.2598 c.c.

(Corte di Appello di Brescia, sezione 2 sentenza n. 122 pubblicata il 30-01-2015, presidente P.M. Galizzi).

Se ritieni l’articolo sia di utilità, condividilo con chiunque ne possa trarre beneficio. Grazie.

Condividi: