Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Disegni altrui e concorrenza sleale.

Disegni altrui e concorrenza sleale.

Disegni altrui e concorrenza sleale.

L’utilizzo di disegni altrui seppur riadattati configura violazione delle norme sulla correttezza professionale ai sensi dell’art. 2598 n.3 del cod. civ.

Il giudice di merito ha rilevato vi fosse un comportamento posto in essere in violazione delle norme di correttezza consistito nell’utilizzo di disegni (di quadri luminosi puntiformi) predisposti dal concorrente e successivamente riadattati dal competitor scorretto al fine di presentarli ad un committente, le FF.SS.
Scopo del competitor scorretto era quello di effettuare per proprio conto la fornitura alle FF.SS. traendone un indebito vantaggio.
Il giudice ha statuito che nel caso di specie si rinvenivano gli estremi:

  • dell’illecito di cui all’art. 2598 n. 3 c.c. e non di concorrenza sleale per imitazione servile o di concorrenza parassitaria e
  • condannava la società scorretta al risarcimento del danno, equitativamente determinato, in moneta attuale, in euro 8.000,00, oltre gli interessi legali dalla data della sentenza al saldo effettivo ed
  • ordinava anche la pubblicazione della sentenza per una volta su due quotidiani.

La Corte di legittimità confermava la sentenza del giudice di merito.
(Corte di Cassazione, sezione 1 civile, sentenza n. 5849 pubblicata il 08-03-2013, presidente U. Vitrone).

Condividi: