Avvocato Cavalea > Sentenze  > Diritto dell’informazione – diritto di cronaca – copyright – plagio (sent.)

Diritto dell’informazione – diritto di cronaca – copyright – plagio (sent.)

Diritto dell’informazione – diritto di cronaca – copyright – plagio (sent.)

 

L’autore (nel caso di specie Saviano) prende come riferimento avvenimenti e fatti tratti dalla cronaca giornalistica dopo una attenta selezione delle fonti da utilizzare.

Tali episodi di criminalità vengono:

-scelti liberamente ed

-assemblati dal medesimo autore,

che racconta il fenomeno camorristico in modo del tutto personale.

Non si configura l’illecito di plagio perché:

-manca una vera e propria trasposizione nell’opera letteraria da parte del Saviano del nucleo individualizzante che caratterizza come originale il volume di cui si assume la contraffazione.

Quindi:

-frequenti riferimenti,

-una o più frasi ovvero

-diverse citazioni di un’opera letteraria di un volume pubblicato da un altro autore non sono sufficienti a configurare l’illecito di plagio.

 

Il lavoro del Saviano appare come opera originale, frutto dell’attività inventiva dell’autore, e per questi motivi merita essere tutelata.

 

(Tribunale di Napoli, Sezione specializzata in materia di proprietà industriale ed intellettuale, sentenza del 03-06-2010)