Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > dipendenti di supermercato – dichiarazioni denigratorie – diffusione

dipendenti di supermercato – dichiarazioni denigratorie – diffusione

L’articolo 2598 n.2 cod. civ. letteralmente richiede la “diffusione” delle notizie e degli apprezzamenti denigratori. Ciò vuol dire una effettiva propalazione di fatti e giudizi tra un numero indeterminato o quanto meno tra una pluralità di persone.

E’ esclusa quindi la configurabilità della fattispecie nell’ipotesi di esternazioni occasionali rivolte a singoli interlocutori nell’ambito di separati e limitati colloqui.

Dichiarazioni denigratorie fortemente diffamatorie rivolte ai dipendenti di una società in procinto di trasferirsi ad altra società concorrente e volte a scoraggiare l’iniziativa dei lavoratori di trasferirsi presso la nuova società concorrente sono idonee a configurare l’illecito previsto dall’art. 2598 n. 2 c.c. posta la portata espansiva della comunicazione, rivolta a soggetti determinati ma idonea ad estendere i propri effetti ad una pluralità di persone.

(Cassazione civ. sez. 1° sentenza n. 18691 del 22-09-2015, Presidente Rordorf Renato)

(Sentenza conforme: Cass. civ. sez. 1° sentenza n. 2728 del 29-07-1968)

Condividi: