Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > Cosa possono vedere gli ispettori antitrust?

Cosa possono vedere gli ispettori antitrust?

Cosa possono vedere gli ispettori antitrust?

In sede di accesso in azienda, cosa possono chiedere e vedere gli ispettori antitrust?

Nell’ambito di un accesso ai fini ispettivi degli ispettori Antitrust presso la sede di una impresa vi è da porre particolare attenzione nel caso in cui questi ultimi richiedano di accedere ai documenti in formato elettronico.
Infatti gli ispettori possono visionare tutte le e.mail aziendali.

A tal fine hanno accesso a

  • personal computer fissi e mobili,
  • cd-rom
  • floppy disk,
  • alle memorie USB,
  • ai server aziendali nonchè
  • ad altri sistemi di backup della società,
  • ai blackberry o smartphone,
  • palmari,
  • telefoni cellulari aziendali.

Gli ispettori dell’Antitrust si avvalgono, durante tali ispezioni, di uno specifico software appositamente creato e sviluppato.
Quindi essi, spesso, chiedono di potersi collegare ai computer nonchè ai server della società. Ecco perchè in sede di accertamento è indispensabile anche un responsabile della rete informatica interna dell’azienda.

Gli ispettori non possono prelevare però:

  1. documentazione in originale nonchè
  2. hardware aziendali.

L’impresa non puo’ rifiutarsi:

  • a)di consegnare la documentazione agli ispettori ovvero altro tipo di supporto richiesto e
  • b)di farli accedere ai sistemi informatici interni.

Non vi è alcuna riservatezza (imposta o meno da regolamenti aziendali o interni) o segretezza dei documenti o degli atti interni.
L’impresa non puo’ neppure far presente agli ispettori che vi siano:

  • superiori esigenze di tutela dal rischio di sanzioni fiscali o amministrative ovvero
  • esigenze di tutela del segreto aziendale o industriale.

Tutti i poteri che sono conferiti agli ispettori antitrust sono concessi anche ai militari della Guardia di Finanza che spesso accedono in azienda unitamente agli ispettori.