Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > Accertamento negativo della concorrenza.

Accertamento negativo della concorrenza.

Accertamento negativo della concorrenza.

Non può essere pubblicato un provvedimento di accertamento negativo della concorrenza sleale.

Nel nostro ordinamento vi sono delle norme, gli articoli 700 del cod. di proc. civile e l’art. 120, 6° comma bis del cod. della prop. indus. che consentono l’accertamento negativo (per esempio della contraffazione o della concorrenza sleale).

Tuttavia non può essere pubblicato un provvedimento di accertamento negativo della concorrenza sleale in quanto la pubblicazione è consentita solo nei casi di violazione di diritti di proprietà industriale.

Mentre commette atto di concorrenza sleale chi:

  • direttamente o indirettamente,
  • diffonde o riferisce al mercato notizie circa la violazione commessa da altri di propri diritti di proprietà industriale od intellettuale
  • senza aver svolto prima  accurate e precise verifiche anche tecniche per dimostrare la veridicità di quanto sostenuto.

Per esempio non si possono diffondere:

  • notizie ed
  • informazioni

con il mezzo della stampa relativamente a prodotti presenti sul mercato, ma non ben individuati nella quantità e nella provenienza e sostenere che sono stati realizzati contraffacendo i propri od il proprio marchio.

(Tribunale di Trieste, Sezione specializzata in materia di proprietà industriale ed intellettuale, ordin. del 17-11-2001, dott. S. Carnimeo)

Condividi: