Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Concorrenza sleale confusoria di vestiti.

Concorrenza sleale confusoria di vestiti.

Concorrenza sleale confusoria di vestiti.

Ai sensi dell’art. 2598 n. 1 c.c., compie atto di concorrenza sleale chiunque:

  • usa nomi o segni distintivi legittimamente usati da altri o
  • imita servilmente i prodotti di un concorrente o
  • compie con qualsiasi altro mezzo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l’attività di un concorrente.

Nel caso in cui si usino i prodotti per creare confusione, occorre verificare:

  1. l’originalità dello stesso e
  2. che al momento della sua introduzione nel mercato non vi fossero già prodotti simili con esso confondibili e
  3. l’identificabilità del prodotto consistente nell’univoca riconoscibilità di esso attraverso la sua forma peculiare come proveniente specificatamente dal suo produttore.

Nel caso affrontato falla Corte di Appello di Bologna nessun comportamento illecito e conseguentemente nessun atto di concorrenza sleale per confusione è stato riconosciuto.

Ciò in quanto i capi di abbigliamento oggetto del contendere sono risultati:

  • del tutto comuni e
  • privi di caratteristiche idonee a distinguerli da altri capi analoghi commercializzati nel settore dell’abbigliamento sportivo,
  • già presenti sul mercato,
  • con l’unico segno distintivo rappresentato dalla dicitura ‘Aria di Mare’.

Come più volte ribadito dalla giurisprudenza di legittimità la concorrenza per imitazione servile del prodotto altrui in relazione alla riproduzione dello stesso, è configurabile soltanto quando tale riproduzione abbia ad oggetto elementi dotati di carattere individualizzante.

Il carattere individualizzante è l’idoneità ad identificare la merce come proveniente da una data impresa.

(Corte di Appello di Bologna, sentenza n.1820, pubblicata il 02-11-2015, presidente Emilia Salvatore).

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi ritieni ne possa trarre beneficio. Grazie.

Condividi: