Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > Concorrenza – notai – sottrazione di dipendenti

Concorrenza – notai – sottrazione di dipendenti

Non commette un illecito disciplinare il notaio che prende contatti con i dipendenti o con i collaboratori di un altro notaio concorrente  e non lo comunica a quest’ultimo.

Nel particolare il notaio non deve comunicare al proprio collega la sua intenzione di prendere contatto e/o di assumere i collaboratori dell’altro.

Quindi la semplice consultazione o trattativa con i dipendenti altrui è lecita. Non si è di fronte ad un caso deontologicamente rilevante o di concorrenza sleale per storno di dipendenti.

La comunicazione al collega deve essere fatta solo quando si passa dalla "fase ideativa alla fase attuativa", cioè quando si è già formata la volontà di entrambe le parti contrattuali di formalizzare il nuovo rapporto di lavoro.

(Corte di Cassazione civile VI sezione, sentenza del 20-12-2011, n. 27767)

(Riferimenti normativi: articoli 19 e 20 del codice deontologico notarile)