Avvocato Cavalea > Altro  > Comunicazione commerciale – pubblicità sociale – SIAE

Comunicazione commerciale – pubblicità sociale – SIAE

Anche un messaggio della SIAE che si rivolge:

– a produttori ed importatori di apparecchiature, dispositivi e supporti di riproduzione nonchè

– agli acquirenti dei suddetti beni ed

– a tutto il pubblico dei consumatori sollecitando al pagamento dell’equo compenso può essere considerato comunicazione commerciale. E, di conseguenza si applica l’art. 46 del codice di autodisciplina pubblicitaria in quanto è una forma di comunicazione volta a sensibilizzare il pubblico su temi di interesse sociale.

Nel caso di specie la SIAE forniva una propria interpretazione della sentenza della Corte di Giustizia 21 ottobre 2012 relativamente alla nozione di equo compenso.

Anche la comunicazione commerciale (un comunicato stampa) proveniente da un ente quale la SIAE non può porsi al pubblico come informazione apparentemente neutrale e scevra da margini di opinabilità. In verità si tratta di valutazioni soggettive ed oggetti di diverse tesi interpretative contrastanti.

Anzi la SIAE deve porre particolari ed ulteriori cautele  a fronte della delicatezza dei temi trattati, del normale abbassamento della soglia critica dei destinatari e dello stesso ruolo nella società della SIAE.

(Giuri di Autodisciplina pubblicitaria, provvedimento del 15-03-2011, n, 24/2011)

(Normativa di riferimento: art. 46 del Codice di autodisciplina pubblicitaria)

Condividi: