Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Causa contro ex dipendente che ruba liste clienti. Dove farla?

Causa contro ex dipendente che ruba liste clienti. Dove farla?

Causa contro ex dipendente che ruba liste clienti. Dove farla?

La causa contro ex dipendente che si appropria delle liste clienti e del know-how aziendale si propone alla sezione specializzata del Tribunale competente.

Il caso tipico è quello del dipendente che ha

  • maturato specifiche competenze,
  • acquisito conoscenza diretta delle tecniche produttive e del portafoglio clienti e fornitori della propria datrice di lavoro e viola 
  • anche il patto di non concorrenza, che ha ad oggetto brevetti, know how e processi lavorativi di pertinenza.

Nella causa contro il dipendente spesso viene coinvolta per concorrenza sleale anche la nuova società che  impiega il dipendente. 

In un caso del genere la Corte di Cassazione ha affermato la competenza:

  • della sezione specializzata in materia di impresa e
  • non di quella comune del giudice ordinario.

La competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa va affermata anche nei casi di proposizione di domanda:

  • di accertamento di una ipotesi di concorrenza sleale
  • nella quale la lesione dei diritti riservati sotto forma di know how, ossia di informazioni aziendali e di processi ed esperienze tecnico-industriali e commerciali sia,
  • in tutto o in parte, direttamente o indirettamente, elemento costitutivo o relativo all’accertamento dell’illecito della lesione del diritto alla lealtà concorrenziale.

Quindi per la Corte di Cassazione è competente la sezione specializzata poichè l’illecito ipotizzato è stato commesso con la violazione:

  • di notizie riservate, ai sensi degli artt. 98 e 99 c.p.i. ossia
  • dei dati riguardanti la clientela
  • dei fornitori, 
  • dei trasportatori, oltre che quelli relativi
  • ai principi organizzativi aziendali (da considerarsi segreti o riservati) e che hanno formato oggetto del patto di non concorrenza stipulato con l’ex dipendente. 

In un caso del genere si ha palese interferenza tra fattispecie:

  • di concorrenza sleale e
  • di tutela della proprietà industriale o intellettuale.

(Corte di Cassazione, sezione 6 civile, ordinanza n. 25535, pubblicata il 13-12-2016, presidente M. Dogliotti).

Se ritieni questo articolo di utilità, condividilo con chi ne possa trarre beneficio. Grazie.

Condividi: