Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello (Page 11)

Libertà di concorrenza nelle gare pubbliche.

Libertà di concorrenza nelle gare pubbliche. La libertà di concorrenza nelle gare pubbliche deve essere garantita anche per le PMI. La Consip aveva indetto una gara per l’affidamento dei servizi integrati di vigilanza alla pubblica amministrazione localizzati all’interno di 13 lotti. Il valore dell’appalto ammontava ad euro...

Il patto di non concorrenza autonomo.

Il patto di non concorrenza autonomo. Il patto di non concorrenza autonomo non necessita della doppia sottoscrizione. La Corte di appello di Brescia ha escluso la necessità della specifica sottoscrizione (c.d. doppia firma) prevista dal comma 2 dell’art. 1341 cod. civ. sul presupposto che il patto (oggetto...

Comunicazione denigratoria a terzi.

Comunicazione denigratoria a terzi. Costituisce atto di concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598 n. 2 la condotta della ex collaboratrice che invii una comunicazione denigratoria a terzi. Infatti nessuna comunicazione dal contenuto pregiudizievole per l’immagine personale della società con cui si collabora può esser inviata a terzi. ...

Storno di clientela dell’ex socio.

Storno di clientela dell'ex socio. Lo storno di clientela dell'ex socio di clienti della propria ex società è vietato. Per stabilire se la condotta concorrenziale sia lecita o meno si deve avere riguardo all’insieme della manovra posta in essere dall’ex socio. Infatti l'ex socio non può: costituire una...

Storno di dipendenti altrui.

Storno di dipendenti altrui. Per individuare la scorrettezza concorrenziale in relazione allo storno di dipendenti altrui, occorre considerare: i mezzi utilizzati, valutando le modalità di reclutamento dei dipendenti stornati, gli effetti potenzialmente 'destrutturanti' sull’altrui organizzazione aziendale del concorrente e  la parassitaria sottrazione di avviamento. Questi sono i tre elementi indiziari...

Sottrarre clienti attraverso dipendenti altrui.

Sottrarre clienti attraverso dipendenti altrui stornati. Non è corretta la condotta di chi utilizzi dipendenti altrui stornati al fine di sottrarre clienti in precedenza seguiti dai dipendenti stornati. Lo storno di dipendenti altrui rappresenta, è: a)una normale espressione della libertà di iniziativa economica ex art. 41 Cost. e b)una...