Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee

Norme amministrative e concorrenza sleale.

Norme amministrative e concorrenza sleale. La sola violazione di norme amministrative non implica necessariamente il compimento di un atto di concorrenza sleale ai sensi dell’art. 2598 n.3 c.c. attesa la moltitudine di norme che incidono sullo svolgimento dell’attività imprenditoriale. Quindi occorre distinguere: 1)norme che sono rivolte  a porre...

La concorrenza sleale per imitazione servile.

Concorrenza sleale per imitazione servile dei prodotti altrui. L'onere della prova. Per la configurabilità della concorrenza sleale da imitazione servile di beni altrui è necessaria: l’originalità del prodotto e la capacità distintiva. Essi integrano entrambi fatti costitutivi della imitazione servile di un prodotto. Tali due requisiti sono necessari non in...

Illecito concorrenziale confusorio.

Illecito concorrenziale confusorio. La capacità distintiva del prodotto cioè l’idoneità a distinguere i prodotti di un determinato imprenditore da quelli analoghi di altro è elemento essenziale per la configurazione dell’illecito concorrenziale confusorio ai sensi dell’art. 2598 n.1 c.c. La capacità distintiva non può essere acquisita per il...

Violazione della legge antitrust.

Violazione della legge antitrust. Come si accerta la violazione della legge antitrust? Accertando se vi sono comportamenti distorsivi della competizione nel mercato. L’art. 2 della legge n.287 del 1990 (cosiddetta legge antitrust) dispone che siano nulle ad ogni effetto “le intese” fra imprese che abbiano ad oggetto...