Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale

Messaggio pubblicitario ingannevole. Come “aggancia” il consumatore. Danni anche al concorrente legale.

Messaggio pubblicitario ingannevole per "agganciare" il consumatore. Danni anche al concorrente leale. Un messaggio pubblicitario ingannevole ed idoneo perciò ad influenzare le scelte del consumatore medio integra un comportamento scorretto ex art. 2598 n.3 c.c. a danno del concorrente. La sanzione contro la pubblicità ingannevole per pratiche...

Comunicazione commerciale ingannevole. Il parametro del prezzo.

Comunicazione commerciale ingannevole.  Una comunicazione commerciale che è idonea ad ingannare l’acquirente sulle condizioni del servizio offerto condiziona il consumatore medio all’atto in cui questi si deve liberamente e consapevolmente orientarsi sul mercato tra diversi offerenti. Le azioni sono considerate ingannevoli nella misura in cui: inducono o siano idonee...

Competenza in materia di concorrenza sleale.

Sebbene la competenza in materia di concorrenza sleale spetti in gran parte alle sezioni specializzate una parte residua appartiene al giudice ordinario. Tale bipartizione è determinata dall’art. 134 del cod. della proprietà industriale che prevede la devoluzione alla cognizione delle sezioni specializzate di tutte le controversie...

Storno di clientela altrui e rilevanza penale.

Storno di clientela altrui e rilevanza penale. La Corte di Cassazione  ha escluso la punibilità penale per un concorrente che ha utilizzato delle informazioni riservate per stornare la clientela di un altro imprenditore concorrente (si pensi al caso, per esempio, dell’aiuto di dipendenti infedeli che passano...