Avvocato Cavalea > Articoli  > Concorrenza sleale  > Illecito concorrenziale ed illecito civile. Differenze.

Illecito concorrenziale ed illecito civile. Differenze.

Illecito concorrenziale ed illecito civile. Differenze.

L’illecito civile come l’illecito concorrenziale hanno la medesima funzione e cioè quella di prevenire e reprimere atti che possano arrecare un danno ingiusto.

La giurisprudenza considera l’art. 2043 c.c. (che è l’illecito civile) come genus, mentre l’art. 2598 c.c. (che è l’illecito concorrenziale) come species.

Tuttavia i due illeciti si differenziano per due aspetti fondamentali.

Gli atti di concorrenza sleale (cioè gli illeciti concorrenziali) possono essere puniti:

1-anche in assenza di dolo o di colpa e

2-se non hanno arrecato un danno effettivo ai concorrenti. E’ infatti sufficiente il danno cd. potenziale.

A livello pratico ciò vuol dire che:

a-se dimostrate gli atti di concorrenza sleale, potete procedere anche se la vostra controparte li abbia commessi senza dolo e senza colpa e 

b-non è necessario, per tutelarvi, che voi abbiate subito necessariamente un danno dall’ attività di concorrenza sleale altrui. Il danno potrebbe anche manifestarsi in futuro (per esempio un presumibile accaparramento futuro di clientela).

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi potrebbe trarne beneficio. Grazie