Avvocato Cavalea > Articoli  > Antitrust  > SIAE e condotte abusive.

SIAE e condotte abusive.

SIAE e condotte abusive.

L’Autorità Antitrust nell’adunanza del 5 Aprile 2017 ha aperto un’istruttoria ai sensi dell’art. 14 della legge 287/1990 nei confronti della SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) per accertare eventuali condotte abusive commesse ex art. 102 del TFUE nel settore:

  • della gestione e dell’intermediazione dei diritti d’autore.

Il procedimento è stato avviato a seguito delle segnalazioni di alcune imprese che offrono in Italia servizi innovativi ed alternativi a quelli del monopolista nazionale.
L’Antitrust verificherà02 se le condotte della SIAE:

  • abbiano l’effetto di escludere ogni concorrenza dai mercati oggetto di indagine ed
  • ostacolino le attività degli operatori nuovi entranti e
  • riducano anche la libertà degli stessi autori ed editori di scegliere a quale collecting associarsi o
  • riducano la libertà di richiedere servizi anche solo di carattere accessorio a quelli di intermediazione del copyright.

L’istruttoria ha, inoltre, lo scopo di accertare se l’associazione degli organizzatori di concerti di musica dal vivo, ASSOMUSICA, abbia posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza, ai sensi dell’art. 101 TFUE, tramite l’adozione di linee guida che indicano alle imprese associate:

  • di non stipulare accordi di licenza, nè corrispondere compensi a società di gestione concorrenti di SIAE.

I funzionari dell’Antitrust proprio hanno effettuato un’ispezione nella sede:

  • della SIAE e della sua filiale territoriale di Roma, nonchè
  • presso la sede di Assomusica di Roma e la sua sede operativa di Genova.

All’ispezione ha collaborato il Nucleo speciale tutela del mercato della Guardia di Finanza.
Il termine di chiusura dell’istruttoria è stato fissato al giorno 30.04.2018.