Carlo Cavalea

Pubblicazione sentenza di concorrenza sleale.

Pubblicazione sentenza di concorrenza sleale. Nel caso in cui gli atti di concorrenza sono commessi con il dolo o con colpa, l’autore degli stessi è tenuto al risarcimento del danno. Nel caso in cui il giudice accerti gli atti di concorrenza sleale, la colpa si presume. In...

Carlo Cavalea

Lettera denigratoria e concorrenza sleale.

Lettera denigratoria e concorrenza sleale. Un lettera denigratoria spedita integra l'illecito di concorrenza sleale. La Corte di appello di Bologna ha confermato integralmente la sentenza emessa dal Tribunale di Bologna che aveva correttamente ritenuto che il contenuto di una lettera spedita fosse di per sè idoneo e...

Carlo Cavalea

Attività di ricerca e sviluppo.

Attività di ricerca e sviluppo. Riflessi sulla concorrenza. In linea generale gli accordi fra due o più imprese aventi ad oggetto attività di ricerca e sviluppo sono leciti per il diritto antitrust. Tuttavia in tre casi possono determinare effetti restrittivi della concorrenza sul mercato. Tali ipotesi sono le...

Carlo Cavalea

Danno da concorrenza sleale. Va sempre provato.

Danno da concorrenza sleale. Va sempre provato. Il danno da concorrenza sleale va sempre provato, ovverosia dimostrato in giudizio. La Corte di appello di Bologna ha confermato integralmente la sentenza emessa dal Tribunale di Bologna che aveva negato il risarcimento del danno in un caso di concorrenza...

Carlo Cavalea

Dipendente dell’imprenditore e concorrenza sleale

Dipendente dell'imprenditore e concorrenza sleale Il dipendente dell'imprenditore può fare concorrenza sleale: in danno di altro imprenditore ed a vantaggio del proprio datore di lavoro. La concorrenza sleale costituisce una fattispecie riconducibile ai soggetti del mercato in concorrenza. E' quindi esclusa se manca il presupposto oggettivo rappresentato dal cosiddetto...

Carlo Cavalea

Posizione dominante e rischio penale.

Posizione dominante e rischio penale. Abusare della propria posizione dominante o imporre cartelli fra imprese con particolari modalità violente o intimidatorie potrebbe avere anche rilevanza penale. La seconda sezione della Corte di Cassazione ritiene che l’art. 513 bis c.p. punisce qualunque comportamento: violento o minatorio, attivo o impeditivo, posto in...

Carlo Cavalea

Fasi della produzione o del commercio e concorrenza.

Fasi della produzione o del commercio e concorrenza. Più imprenditori che operino in una qualunque delle fasi della produzione o del commercio possono essere in concorrenza l'uno con l'altro. Infatti si trovano in situazione di concorrenza tutte le imprese: i cui prodotti e servizi concernano la stessa categoria...

Carlo Cavalea

Il rapporto di concorrenza.

Il rapporto di concorrenza. Il rapporto di concorrenza è un presupposto indispensabile fra due o più imprenditori se uno di essi vuole instaurare una causa per concorrenza sleale contro un altro imprenditore. Per la Corte di Cassazione vi è un principio costante, secondo cui il rapporto di...

Carlo Cavalea

Concorrenza illecita e responsabilità penale.

Concorrenza illecita e responsabilità penale. La concorrenza illecita è punita anche dall'art. 513 bis del cod. pen. Infatti secondo la giurisprudenza di legittimità la finalità della disposizione normativa contenuta nell’art. 513 bis c.p. risponde all'esigenza di reprimere la concorrenza illecita attuata con metodi violenti, ossia con metodi...

Carlo Cavalea

Messaggi pubblicitari ingannevoli e concorrenza sleale.

Messaggi pubblicitari ingannevoli e concorrenza sleale. Messaggi pubblicitari ingannevoli sono un sicuro indizio di concorrenza sleale. La vicenda è la seguente. Il gravame della società Kemper è stato accolto dalla Corte d'appello di Milano, che ha condiviso le valutazioni dell'Antitrust a proposito dell'ingannevolezza dei messaggi pubblicitari della...

Carlo Cavalea

Concorrenza sleale per appropriazione di pregi.

Concorrenza sleale per appropriazione di pregi. La concorrenza sleale per appropriazione di pregi dei prodotti o dell'impresa altrui ex art. 2598 n. 2 cod. civ. a)non consiste nell'adozione, sia pur parassitaria, di tecniche materiali o procedimenti già usati da altra impresa (che può dar luogo, invece, alla...

Carlo Cavalea

Personale commerciale della concorrenza.

Personale commerciale della concorrenza. Il personale commerciale della concorrenza può essere stornato solo con modalità lecite. La sentenza impugnata ha infatti addebitato al ricorrente il compimento di atti di concorrenza sleale riconducibili al disposto dell’art. 2598 n. 3 cod. civ. La sentenza del giudice di merito ha...

Carlo Cavalea

Situazione aziendale del concorrente.

Situazione aziendale del concorrente. Gettare discredito sulla situazione aziendale del concorrente per stornarne i collaboratori è concorrenza sleale. Anche se è vero che la mera constatazione di un passaggio di collaboratori da un’impresa all’altra non è di per sè sufficiente ad integrare gli estremi di un illecito...

Carlo Cavalea

Accordi orizzontali sui prezzi.

Accordi orizzontali sui prezzi. Gli accordi orizzontali sui prezzi costituiscono la fattispecie più tipica e frequente di cartello vietato dalla normativa antitrust. Tali accordi sono rivolti a tenere i prezzi ad un livello più alto di quello che vi sarebbe se si incontrassero la domanda e...

Carlo Cavalea

Tabulati con nominativi di clienti di società concorrente.

Tabulati con nominativi di clienti di società concorrente. Liste e tabulati con nominativi di clienti di società concorrente non utilizzabili anche se conosciuti. Costituisce condotta concorrenzialmente scorretta ai sensi dell’art. 2598 n.3 cod. civ. l’acquisizione: diretta ovvero indiretta tramite collaboratori di un’impresa concorrente di tabulati recanti i nominativi dei clienti...

Carlo Cavalea

Beni confondibili e concorrenza sleale.

Beni confondibili e concorrenza sleale. Ai fini dell'applicazione dell'art. 2598 n.3 del cod. civ. non è necessario che i beni siano confondibili o interscambiabili. Per la Corte di legittimità è infondata la censura di omessa verifica della intercambiabilità di dizionari (editi da UTET e da PBM) ai...

Carlo Cavalea

Diritto d’autore e concorrenza sleale.

Diritto d'autore e concorrenza sleale. La tutela del diritto d'autore prescinde dalla tutela concorrenziale e dal rapporto di concorrenza che può sussistere o meno. Il risarcimento del danno per la violazione del diritto d'autore è indipendente dalla sussistenza anche di una violazione delle norme della concorrenza...

Carlo Cavalea

Normativa antitrust. Perchè non è rispettata.

Normativa antitrust. Perchè non è rispettata. Puo' capitare che le imprese consapevolmente decidano di non rispettare la normativa antitrust. Esse non comprendono: a) i benefici e l’importanza della compliance antitrust, nonchè b) la potenzialità delle sanzioni economiche e non per le violazioni antitrust riscontrate dall'Autorità preposta al controllo. L’impresa può...

Carlo Cavalea

Concorrenza sleale parassitaria.

Concorrenza sleale parassitaria. La concorrenza sleale parassitaria consiste in un continuo e sistematico operare, da parte di un imprenditore, sulle orme dell'imprenditore concorrente, attraverso: a)l'imitazione di rilevanti iniziative imprenditoriali di quest'ultimo e quindi non solo dei prodotti tutelati, b)compiute in tempi più o meno ravvicinati. La Corte di Cassazione...

Carlo Cavalea

Concorrenza sleale con metodi mafiosi.

Concorrenza sleale con metodi mafiosi. Concorrenza sleale con metodi mafiosi e concorso nei reati di estorsione e concussione. Un imprenditore che si comporta scorrettamente dal punto di vista commerciale, può commettere: concorrenza sleale, ma anche violare una o più norme penali. Se le sue condotte si si spingono oltre, in...

Carlo Cavalea

Storno illecito di dipendenti.

Storno illecito di dipendenti. Quali sanzioni? Cosa si può ottenere dal giudice in caso di storno illecito di dipendenti accertato? Quali sono le sanzioni per l'imprenditore stornante e quali per dipendente? Nel  caso in cui venga accertato da parte del giudice uno storno illecito di dipendenti possono...

Carlo Cavalea

Patto di non concorrenza dell’ex dipendente.

Patto di non concorrenza dell'ex dipendente ai sensi dell'art. 2125 del cod. civ. Il patto di non concorrenza dell'ex dipendente: può riguardare qualsiasi attività lavorativa che possa competere con quella del datore di lavoro e non deve essere per forza circoscritto alle sole mansioni espletate dal lavoratore nel...

Carlo Cavalea

Condotte anticoncorrenziali dell’agente.

Condotte anticoncorrenziali dell’agente. Condotte anticoncorrenziali dell'agente non possono essere automaticamente imputate alla sola impresa preponente. Linee direttrici sulle restrizioni verticali elaborate dalla Commissione considerano l’agente come impresa autonoma rispetto al preponente nel caso in cui l’agente sostenga specifici rischi economici e finanziari. Infatti il par. 15 stabilisce che...

Carlo Cavalea

Intesa restrittiva della concorrenza tramite un agente.

Intesa restrittiva della concorrenza tramite un agente. Il Tar aveva acclarato che una azienda aveva posto in essere una intesa restrittiva della concorrenza nel seguente modo: aveva coordinato insieme ad altre aziende delle offerte nelle gare per la fornitura di prodotti antisettici e disinfettanti alle strutture sanitarie...

Carlo Cavalea

Pericolo di danno concorrenziale.

Pericolo di danno concorrenziale. Non è necessario che un danno concorrenziale si sia già verificato per essere condannati ai sensi dell'art. 2598 c.c. E' infatti sufficiente anche il semplice pericolo di danno concorrenziale. L’illecito concorrenziale di cui all’art. 2598 c.c. anche con riguardo all’ipotesi di cui al...

Carlo Cavalea

Accordi sui prezzi minimi e sui prezzi massimi.

Accordi sui prezzi. Gli accordi sui prezzi sono illeciti per il diritto antitrust. Molto spesso le imprese o gli Ordini professionali tentano di giustificare i prezzi minimi imposti o consigliati con la tutela: della qualità o del servizio offerto ai consumatori. In realtà anche vi fosse un abbassamento dello standard...

Carlo Cavalea

Procacciatore d’affari e libertà di concorrenza.

Procacciatore d'affari e libertà di concorrenza. Il procacciatore d'affari non ha le stesse limitazioni di un agente commerciale in tema di concorrenza. Il procacciatore d'affari può operare anche per più committenti. Nel caso in cui una società non riesca a dimostrare l’esistenza di un rapporto di agenzia...

Carlo Cavalea

Patto di esclusiva e concorrenza sleale.

Patto di esclusiva e concorrenza sleale. Il risarcimento danni per la violazione del patto di esclusiva oltre al risarcimento danni per concorrenza sleale è ammissibile, ma questi ultimi vanno provati. La Corte di Cassazione ha confermato il rigetto della domanda proposta dalla Coin Store s.r.l. nei confronti...

Carlo Cavalea

Informazioni riservate del concorrente.

Informazioni riservate del concorrente. Non possono acquisirsi informazioni riservate del concorrente con mezzi subdoli altrimenti si compie concorrenza sleale. Tra le informazioni riservate rientrano: l’elenco dei fornitori, delle materie prime, i codici, i prezzi e le schede tecniche delle materie prime, i dati di ph e brix dei...

Carlo Cavalea

Concorrenza potenziale e risarcimento dei danni.

Concorrenza potenziale e risarcimento dei danni. Anche una situazione di concorrenza potenziale legittima, in presenza dei presupposti degli articoli 2598 e 2043 del cod. civ. la condanna al risarcimento del danno. Infatti secondo la giurisprudenza della Corte di legittimità in tema di concorrenza sleale ai fini della...

Carlo Cavalea

Pratiche commerciali scorrette. L’autonoleggio.

Pratiche commerciali scorrette. L'autonoleggio. L’Antitrust nell’adunanza del 14.03.2018 ha sanzionato per due pratiche commerciali scorrette  la società Oscar Rent (oggi Xproject cars associated Loriga & Leila s.r.l e prima Only special cars s.r.l.). L'importo della sanzione ammonta ad euro 300.000,00, mentre le pratiche commerciali scorrette sono: una...

Carlo Cavalea

Divieto di concorrenza del lavoratore subordinato.

Divieto di concorrenza del lavoratore subordinato. Il divieto di concorrenza del lavoratore subordinato vale solo limitatamente alla durata del rapporto di lavoro. La giurisprudenza della Corte di legittimità segue il principio che l'obbligo di fedeltà sancito dall'art.2105 c.c. che si specifica nel divieto di concorrenza nei confronti...

Carlo Cavalea

Concorrenza sleale denigratoria.

Concorrenza sleale denigratoria. Una relazione tecnica rivolta ad un soggetto determinato, anche se contiene notizie screditanti di un prodotto, non è sufficiente per ottenere una condanna per concorrenza sleale denigratoria.  Infatti per aversi concorrenza sleale denigratoria la divulgazione della notizia deve essere avvenuta nei confronti di una...

Carlo Cavalea

Stornare clienti è concorrenza sleale.

Stornare clienti è concorrenza sleale. Stornare clienti ed in particolare in gran numero, è sicuramente un atto di concorrenza sleale ai sensi dell'art. 2598 n.3 del cod. civ. Infatti a Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della Corte di Appello di Firenze che aveva condannato un...

Carlo Cavalea

La causa petendi dell’azione di concorrenza sleale.

La causa petendi dell'azione di concorrenza sleale. La causa petendi dell'azione di concorrenza sleale va individuata fin dall'inizio dell'instaurazione della causa in modo preciso. L'ipotesi prevista dal n. 3 dell'art. 2598 cod. civ. consistente nell'avvalersi direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della...