Avvocato Cavalea > Sentenze  > Provvedimenti Autorità Antitrust  > Apple sanzionata dall’Antitrust.

Apple sanzionata dall’Antitrust.

In data 25.09.2018 l’antitrust ha accertato che società gruppo Apple ovverosia la Apple Italia s.r.l., Apple Retail Italia s.r.l. ed Apple distribution international, società di diritto irlandese) hanno posto in essere pratiche commerciali scorrette.

Tali società avrebbero violato gli artt. 20, 21, 22 e 24 del Codice del Consumo.

Infatti la Apple proponeva con insistenza di installare su alcuni modelli di iPhone 6 il nuovo sistema operativo iOS 10 sviluppato per il nuovo iPhone 7, senza informare delle maggiori richieste di energia del nuovo sistema operativo e dei possibili inconvenienti fra cui gli spegnimenti improvvisi la nuova installazione avrebbe potuto comportare.

Per limitare tali problemi, la Apple ha rilasciato, nel febbraio 2017, un nuovo aggiornamento (lo iOS 10.2.1), senza però avvertire che la sua installazione avrebbe potuto:

  • ridurre la velocità di risposta e
  • ridurre la funzionalità dei dispositivi.

Inoltre la Apple non avrebbe predisposto alcuna misura di assistenza per gli iPhone che avevano sperimentato problemi di funzionamento non coperti da garanzia legale. Solo nel dicembre 2017 prevedeva la possibilità di sostituire le batterie ad un prezzo scontato.

Un’altra violazione è stata accertata nei confronti della Apple.  Quest’ultima avrebbe violato l’art. 20 del Codice del Consumo in quanto non avrebbe fornito ai consumatori adeguate informazioni circa alcune caratteristiche essenziali delle batterie al lito quali:

  • la loro vita media e
  • la deteriorabilità, nonché
  • le corrette procedure per mantenere, verificare e sostituire le batterie al fine di conservare la piena funzionalità dei dispositivi.

Alla Apple è stata applicata una sanzione pari al massimo edittale ovverosia euro 10 milioni:

  • 5 milioni per ciascuna delle due pratiche contestate
  • tenuto conto della gravità della condotta posta in essere e della dimensione del professionista.

La Apple dovrà altresì pubblicare sulla sua pagina in italiano del proprio sito internet una dichiarazione di rettifica che comunichi al pubblico la decisione dell’Autorità con il link al provvedimento di accertamento.

Nel corso dell’attività di indagine  i funzionari dell’Antitrust si sono avvalsi dell’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

Se ritieni l’articolo di utilità, condividilo con chi ne possa trarre beneficio. Grazie.

Se hai domande, non esitare a contattarmi 00393389703108 – 00352621469821 – email: avvcavalea@gmail.com

Condividi: