Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Amministratore di una società e concorrenza illecita di società terze.

Amministratore di una società e concorrenza illecita di società terze.

Amministratore di una società e concorrenza illecita di società terze.

L’amministratore di una società deve tutelare la società dalla concorrenza illecita di società terze, altrimenti rischia la revoca e la condanna al risarcimento dei danni cagionati alla società.

Infatti un amministratore di società può  essere revocato per giusta causa a cagione:

  • a) della mala gestio della società e
  • b) della predisposizione dei rendiconti/bilanci di esercizio irregolari commettendo una condotta contraria gli obblighi previsti dalla legge.

Ai sensi dell’art. 2259 c.c., che trova applicazione anche per la revoca degli amministratori di una s.n.c. in forza del rinvio ex art. 2293 c.c., ciascun socio ha diritto di chiedere la revoca dell’amministratore purchè venga giudicata sussistente una ‘giusta causa’ da  individuarsi in tutti quei comportamenti dell’amministratore:

  1. idonei a compromettere l’esistenza o il funzionamento dell’impresa collettiva o
  2. inidonei a garantire una corretta amministrazione della società a tutela degli interessi privati dei soci e dei terzi cui la società si rivolge come operatore economico (in quanto assunti in violazione di obblighi di legge o doveri di correttezza e diligenza, propri dell’amministratore).

Nel caso affrontato dal Tribunale di Milano, l’amministratore:

  • non aveva contrastato la prosecuzione delle attività concorrenziali intraprese in danno della società da parte di terze società, ma
  • anzi avrebbe assunto un ruolo attivo come collaboratore della società concorrente compiendo, fra l’altro, anche errori ed omissioni nella redazione dei bilanci.

L’amministratore ha violato i doveri di fedeltà, lealtà, correttezza e diligenza che costituiscono elemento imprescindibile del rapporto di mandato tra società e amministratori.

(Tribunale di Milano, sezione specializzata in materia di impresa -B- sentenza n. 5621 pubblicata il 06-05-2015, giudice A. Dal Moro).

Se ritieni questo articolo di utilità, condividilo con chiunque ritieni possa trarne vantaggio. Grazie.

Condividi: