Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Corte di Cassazione e Corti Europee  > Amministratore di società e sviamento di clienti.

Amministratore di società e sviamento di clienti.

Amministratore di società e sviamento di clienti.

Un amministratore di società non può sviare i clienti della propria società a favore di una società estera agevolando la vendita dei prodotti di quest’ultima.

Un amministratore di società è stato condannato a cagione delle numerose prove raccolte nei suoi confronti per concorrenza sleale per aver sviato i clienti della propria società ai sensi dell’art. 2598 n. 3 c.c.
Nel particolare erano emerse in causa numerose comunicazioni e-mail inviate dall’amministratore della società di capitali ad una società estera concorrente che provavano la commissione dei fatti concorrenziali.

Le condotte scorrette dell’amministratore non erano neppure state contestate in causa.
Per il giudice di merito, la cui pronuncia è stata confermata in Cassazione, da tali condotte ne era derivato un danno alla società amministrata che corrispondeva:

  • ad una parte dei compensi e
  • dei rimborsi complessivamente pagati all’amministratore per la sua attività, deviata invece a fini extrasociali.

Egli aveva di fatto svolto attività in concorrenza con la società amministrata agevolando la vendita (in Italia) di prodotti della concorrenza in luogo di quelli della società dal medesimo amministrata.
Mentre il danno, essendo impossibile da provare nella sua precisa entità, è stato liquidato, ai sensi dell’art. 1226 c.c., sulla base:

  • a) del parametro costituito dai compensi percepiti e
  • b) dai rimborsi chilometrici al medesimo erogati.

Non sono state considerate computabili nei danni: le ricariche cellulare, i taxi, i parcheggi, i ristoranti, i viaggi vari ed i pedaggi autostradali.

(Corte di Cassazione, sezione 1 civile, sentenza n.9891 pubblicata il 13-05-2016, presidente R. Bernabai).

Se ritieni l’articolo sia di utilità, condividilo con chiunque ne possa trarre beneficio. Grazie.

Condividi: