Avvocato Cavalea > Sentenze  > Concorrenza sleale  > Tribunali e Corti d’appello  > Accuse di concorrenza sleale.

Accuse di concorrenza sleale.

Accuse di concorrenza sleale.

Le accuse di concorrenza sleale devono essere

  • precise e
  • fondate

altrimenti si rischia anche di essere condannati a pagare le spese legali alla controparte citata in causa.

Infatti non sono sufficienti a vincere la causa per concorrenza sleale:

  • semplici contestazioni generiche e
  • non corroborate da elementi di prova. 

Il Giudice del Tribunale di Torino ha specificato che se fra due società, entrambe propostesi ad un possibile acquirente:

  • non vi è alcuna clausola di esclusiva (ed io aggiungerei anche un patto di non concorrenza) ed
  • i prodotti venduti non sono in concorrenza l’uno con l’altro (chiave dinamometrica con sistema wireless per una ed un prototipo di chiave in fibra di carbonio non ancora commercializzato per l’altra società),

in assenza di condotte rilevanti ai sensi dell’art. 2598 n.3 non sussiste concorrenza sleale.

Infatti il presumibile acquirente è, sul mercato, del tutto libero di scegliere il proprio venditore o il proprio fornitore di riferimento.

Preciso che nel caso affrontato dal Tribunale di Torino non sussistevano neppure elementi per configurare la contraffazione o la copiatura di progetti o disegni delle chiavi.

(Tribunale Civile di Torino, sezione 1 civile, sentenza n.3979 pubblicata il 28.07.2017, Giudice Unico S. Vitro)